Alla Cantina Tirolese il venerdi, sabato e domenica dalle 15.30 alle 19.00 la Caffetteria Viennese


Una Caffetteria alla Viennese a Roma.

 

Dall'ottobre 2011 la "Cultura della Caffetteria Viennese" è elencata come "patrimonio culturale immateriale" dell'UNESCO.

 

La caffetteria viennese è descritta in questo inventario come un luogo "dove si consumano il tempo e lo spazio, ma solo il caffè compare sul conto". La condivisione sociale, il discorrere garbato ed una sobria eleganza creano un’atmosfera molto particolare.

 

Qui si invogliano i clienti con variazioni a base di caffè, la pasticceria tipica e la quotidiana offerta di giornali e riviste. Un’altra tipicità della caffetteria viennese sono i dettagli degli interni, caldi e funzionali, con le stecche per i quotidiani, comode sedie, poltroncine e salottini.

 

Lo scrittore e giornalista austriaco Stefan Zweig ha descritto la caffetteria viennese come un'istituzione: “una sorta di club democratico, aperto a tutti al prezzo di una tazzina di caffè a buon mercato, dove ogni ospite può sedersi per ore con questa piccola offerta, per parlare, scrivere, giocare a carte, ricevere lettere e, soprattutto, consultare un numero illimitato di giornali e riviste”.

 

Un luogo cosmopolita in cui attingere informazioni e tenersi aggiornati sul pensiero umano. Nelle classiche caffetterie (per esempio il Café Central ed il Prückel) all’imbrunire si può sentire il delicato suono del pianoforte e spesso si svolgono eventi sociali ed incontri letterari. Spesso, nei mesi più caldi, i clienti possono sedersi all’aperto in uno Schanigarten. Quasi tutte le caffetterie offrono piccoli piatti come le salsicce, wurstel, insalate, dolci, torte e crostate come l’Apfelstrudel, la Sachertorte e la Linzertorte.

 

A Vienna è considerato assolutamente normale per un cliente fermarsi a lungo per consumare il suo cafè tasse e studiare per intero il giornale a sua disposizione. Insieme al caffè, il cameriere avrà cura di servire un bicchiere di acqua fresca servendo il cliente con un senso di esemplare attenzione. Nel tardo XIX secolo e all'inizio del XX, molti scrittori del tempo si affezionarono all'atmosfera delle caffetterie viennesi per incontrarsi, scambiare idee e scrivere. La letteratura composta nelle caffetterie è comunemente indicata come la letteratura caffetteriana, e gli autori sono perciò chiamati "poeti caffetteriani". La famosa rivista Die Fackel ("La Torcia") di Karl Kraus si dice sia stata scritta in larga misura nelle caffetterie. Tra gli altri poeti caffetteriani ci sono Arthur Schnitzler, Alfred Polgar, Friedrich Torberg e Egon Erwin Kisch. Al famoso scrittore e poeta Peter Altenberg veniva anche consegnata la posta al suo bar preferito, il Café Central.

 

La leggenda vuole che i soldati della Confederazione Polacca-esercito Asburgico, mentre erano a Vienna, liberata dal secondo assedio turco del 1683, trovarono un certo numero di sacchi di strani fagioli che inizialmente pensavano fossero mangime per i cammelli e vollero disfarsene. Re Giovanni III di Polonia concesse però i sacchi a uno dei suoi ufficiali di nome Franciszek Jerzy Kulczycki, il quale avviò la prima caffetteria. Dopo alcuni esperimenti, aggiunse po' di zucchero e latte, e così nacque la tradizione del caffè viennese. Questo risultato è stato riconosciuto in molti caffè viennesi che appesero il ritratto di Kulczycki nel loro locale.

 

Ufficialmente però la prima caffetteria di Vienna fu aperta dal greco Johannes Theodat nel 1685. La nuova bevanda fu ben accolta ed il caffè cominciò a diffondersi rapidamente. Negli anni cinquanta le caffetterie viennesi hanno cominciato a scomparire lasciando spazio ai moderni bar dove si poteva consumare l'espresso. Tuttavia, alcune di queste caffetterie viennesi classiche resistono ancora con rinnovato interesse per la tradizione.

 









E’ così che noi, della Cantina

Tirolese, amanti della tradizione e del buon vivere desideriamo ricreare con voi le ineguagliabili sensazioni di rilassatezza e di buon gusto che le caffetterie viennesi sapevano trasmettere!



Vi aspettiamo alla Cantina Tirolese il venerdi, sabato e domenica dalle 15.30 alle 19.00 per vivere un po' di atmosfera viennese.

 

 

PRENOTA ADESSO LA TUA CENA ALLA CANTINA TIROLESE

 

06 68136804

Cantina Tirolese

di Eredi Manuela Macher

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

         Via Giovanni Vitelleschi, 23 

00193 Roma

Tel. 06 68136804

 

                                                            Chiamaci al Tel. 06 68136804


 

La cucina Tirolese è una cucina basata sulla genuinità e sulla semplicità. Nasce nelle terre di confine fra Austria Italia e Germania, li dove un ricco crocevia di culture ha prodotto ed accolto varietà di sapori e tradizioni.

 

 

Manuela Macher