Ristorante Cantina Tirolese, interno

La cucina Tirolese, una cucina di confine, una cucina ricca di storia, che va servita con calore, come nella cantina di via Vitelleschi 23. La Cantina Tirolese appunto.

 

Il Tirolo è terra antica, terra di passaggio, terra di bellezze naturali. Uno di quei posti in cui la natura ha dato il meglio di se,  in limpidezza. Cielo, laghi, monti e vallate, sono sempre cristallini, profumano di semplicità, di genuinità. Tutto questo è alla base della Cucina Tirolese.

 

Già nel sedicesimo secolo Philippine Welser, consorte dell'Arciduca Ferdinando II ... divulgò dei manoscritti sull'arte culinaria che il Tirolo esprimeva.

 

Già allora, la Cucina Tirolese, anche se considerata nell'ambito di quella austriaca, rappresentava un'eccellenza alimentare.

 

Nelle cantine dove veniva servita, gli avventori non solo erano li per mangiare, magari durante un trasferimento da una vallata all'altra, erano li anche per godere di una certa ambientazione, di un certo "calore".

 

Un calore che facilitava il dialogo, gli incontri, lo scambio di informazioni.

 

Sin dall'inizio, Cucina Tirolese, è sempre stata sinonimo di amicizia, di allegria, di rifugio, di garanzia dell'essere accolti.

 

Le sue zuppe, i suoi arrosti, i suoi spiedi fumanti hanno rappresentato per secoli il passepartout per una chiacchierata, per due risate, per un momento rilassato. Lo sapeva Philippine Welser, ma lo avrebbe saputo anche la Principessa Sissi che di schnitzel e zuppe d'orzo ne andava pazza.

 

La cucina tirolese è entrata nelle cucine dei castelli, dei manieri, delle case contadine, delle ville e delle dimore reali, delle ristorazioni lussuose e delle semplici locande, ma, c'è stata sempre una ambientazione che forse le era più congeniale delle altrre, la cantina. Talvolta in posizioni defilate, talvolta quasi come un segreto tramandato verbalmente fra i viaggiatori, le cantine sono state alla Cucina Tirlese come gli arredi in legno stanno alla convivialità.

 

Cantina Tirolese è un'attività ristorativa che, nel suo lungo avviamento (nasce nel 1971) ha percorso con fedeltà la storia della cucina tirolese, senza mai staccarsi dalle sue tradizioni.

 

In tutti questi anni ha accolto ai suoi tavoli prestigiose personalità e giovani studenti, pellegrini e viaggiatori di passaggio, eminenti prelati e illustri docenti, sempre offrendo prima di tutto riservatezza e calore. Un mix di sensazioni non proprio facili da coniugare fra di loro.

 

Questa "arte dell'accogliere", è stata portata a Roma da Gerti e Roberto che aprirono il locale sui resti di un magazzino di carbone nel lontano aprile del 1971.

 

In tutti gli anni a seguire applicarono una gestione scrupolosa e fedele alla storia della cucina tirolese, caratterizzata da un costante rifornimento di specialità culinarie originali del Tirolo.

 

Gerti era austriaca, Roberto era romano, lentamente riuscirono a creare una solida attività che si dimostrò capace di attraversare momenti difficili e complicati, mode e nuove tendenze. I loro tavoli non erano mai vuoti. In silenzio, con pazienza e costanza, Cantina Tirolese era diventata una solida realtà nel panorama culinario della capitale.

Dal 1990 la  gestione è passata in mano alla figlia, la signora Manuela Macher.

 

Un successo tramandato!

 

L'impostazione, il calore e la cura gestionale sono rimasti inalterati ed anzi hanno trovato nuova linfa nel carattere solare di Manuela.

 

La discrezione, la riservatezza e la semplicità hanno continuato a caratterizzare il lavoro della Cantina Tirolese ed hanno ottenuto nuovi successi. Uno per tutti avere come ospite assiduo niente meno che Papa Ratzinger nella sua veste di Cardinale fino a poco prima di ricevere l'investitura papale. I docenti della Lumsa e i loro studenti, le guardie svizzere, intellettuali e giornalisti continuano ad essere assidui frequentatori della Cantina Tirolese.

 

Manuela Macher non ha dimenticato la veste sociale che una "cantina" ricopre nella cultura della Cucina Tirolese ed ha voluto impostare un generoso buffet per il pranzo. Offerto a euro 9.50

 

Un buffet ricco di genuinità, fantasia e semplicità. Aprezzato dai Clienti affezionati. Il rapporto con il Tirolo non è cambiato, anzi, si è intensificato. Carni birre affettati e picole prelibatezze partono continuamente dalle verdi prati della Val Pusteria, dell'Alto Adige, della Carinzia  .... e raggiungono la tavola della Cantina Tirolese per la gioia dei suoi commensali.

 

Il Ristorante si trova in Via Vitelleschi: una via tranquilla, con pochi passanti, segna il confine fra lo storico Borgo a ridosso di S.Pietro e il quartiere Prati, ricco di negozi e uffici.

 

Talvolta è trafficata, per lo più è silenziosa. Anche se l'atmosfera appare talvolta rarefatta e defilata, al n. 23, c'è la Cantina Tirolese, profumata da legni e ricordi, pronta ad accogliere con il suo sorriso.

 

Cerchi case in vendita da privati a Salerno? Trova da privato case in vendita e in affitto a Firenze e provincia. Casanoi.it, solo annunci immobiliari dei privati. No agenzie. No provvigioni.

 

 

PRENOTA ADESSO LA TUA CENA ALLA CANTINA TIROLESE

 

06 68136804

Cantina Tirolese

di Eredi Manuela Macher

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

         Via Giovanni Vitelleschi, 23 

00193 Roma

Tel. 06 68136804

 

                                                            Chiamaci al Tel. 06 68136804


 

La cucina Tirolese è una cucina basata sulla genuinità e sulla semplicità. Nasce nelle terre di confine fra Austria Italia e Germania, li dove un ricco crocevia di culture ha prodotto ed accolto varietà di sapori e tradizioni.

 

 

Manuela Macher